Tra 30 giorni il via all’esposizione universale che accoglierà visitatori da tutto il mondo per vivere 182 giorni indimenticabili di intrattenimento, arte e cultura, innovazione e tecnologia, business e imprenditorialità e molto altro.

Ad un mese dall’inizio di Expo 2020 Dubai è andato in onda su Rai 1 lo speciale “Il mondo si ritrova, speciale Expo 2020 Dubai”, realizzato da Rai Vaticano e Rai per il Sociale. Scienza, diritti, lavoro, ambiente, culture, religioni: Expo 2020 Dubai avrà l’obiettivo di “collegare le menti, creare il futuro” e sarà occasione per fare il bilancio sulla condizione del pianeta. Lo Speciale andato in onda ieri in seconda serata su Rai1, ha posto l’attenzione su alcuni temi cruciali, tra questi la tecnologia e l’intelligenza artificiale applicata alla salute. 

Innovazione scientifica e tecnologica a Expo 2020 Dubai

L’Expo di Dubai sarà una vetrina prestigiosa per l’innovazione scientifica e tecnologica, che oggi più che mai deve e vuole rispondere alla sfida della sostenibilità, prioritaria nell’agenda globale. Algoritmi, intelligenza artificiale, big data e robotica non solo renderanno molto più smart la nostra vita, ma già oggi ci aiutano nei settori della medicina, dell’agricoltura, della finanza, dello spazio e nella lotta ai cambiamenti climatici. Nel settore della sanità le applicazioni di intelligenza artificiale stanno avendo un impatto significativo, non solo nella telemedicina ma anche nella microchirurgia, nello sviluppo dei vaccini e nelle cure personalizzate. L’intelligenza artificiale è un potente strumento al servizio della medicina moderna come ha detto il prof. Ernesto Damiani, Direttore dell’Istituto di Robotica e Sistemi Intelligenti presso la Khalifa University di Abu Dhabi nella video intervista “L’intelligenza artificiale è il futuro dell’Healthcare?”. “L’intelligenza artificiale è il futuro – ha specificato – per la capacità che hanno questi sistemi di assistere il medico nella diagnostica e soprattutto nell’individuazioni di nuove terapie in modo più rapido e accurato”. Riguardo alla partecipazione dell’Italia a Expo 2020 Dubai il prof. Damiani ha affermato che “A Expo 2020 Dubai mostreremo eccellenze italiane di Cybersecurity nel settore dell’Healthcare e l’applicazione dell’Intelligenza Artificiale in medicina”. 

L’Italia porterà all’esposizione universale un grande progetto di innovazione, sostenibilità e diplomazia scientifica. 

Sarà protagonista della medicina del futuro e life Sciences con un progetto rafforzato grazie all’accordo di partnership tra il Commissariato Generale per l’Italia a Expo 2020 Dubai e il Gruppo Bracco, leader mondiale nella diagnostica per immagini, dispositivi medicali e avanzati sistemi di somministrazione di mezzi di contrasto. 

Bracco, Official Gold Sponsor del Padiglione Italia, presenterà a Dubai il modello italiano di ricerca e innovazione nel comparto delle scienze della vita, soluzioni all’avanguardia in materia di salute, sicurezza e prevenzione, a iniziare dall’applicazione dell’intelligenza artificiale alla diagnostica per immagini. Con “The beauty of imaging”, un’installazione multimediale che nel Padiglione Italia di Expo Dubai 2020, il gruppo Bracco racconterà il futuro della medicina predittiva e della diagnostica per immagini, attraverso il linguaggio dell’arte contemporanea.

ANSA

Padiglione Italia a Expo 2020 Dubai

Interpretando il tema generale di Expo Dubai “Connettere le menti, generare il futuro”, l’Italia contribuisce in modo decisivo al confronto tra i Paesi partecipanti su idee e progetti per il futuro: lo fa con il proprio Padiglione, collocato tra le aree tematiche “Opportunità” e “Sostenibilità. È un progetto firmato da Carlo Ratti, Italo Rota, Matteo Gatto e F&M Ingegneria, ispirato al Rinascimento, dove aziende, Università e Istituzioni proporranno la loro visione della rinascita dopo la pandemia. È un’architettura ideata per mettere in scena con creatività e innovazione “La bellezza che unisce le persone”. L’Italia delle competenze per l’innovazione, la sostenibilità, la formazione salpa verso Expo 2020 Dubai con un programma di iniziative ed eventi internazionali dedicati alla capacità innata del nostro Paese di connettere popoli, culture, intelligenze attraverso bellezza, saper fare, creatività.

Al centro del Padiglione la riproduzione in 3 D del David di Michelangelo, simbolo di speranza e rinascita, arrivato a Dubai a aprile scorso. Non solo un clone, ma un vero e proprio ambasciatore del patrimonio culturale e artistico italiano.

A Expo 2020 Dubai l’Italia promuoverà, con 70 partner istituzionali, oltre 50 imprese sponsor, 15 Regioni e 30 Università aderenti, un vasto programma di forum multilaterali e dialoghi di alto livello che permetteranno di analizzare le sfide più pressanti dell’umanità, indicando soluzioni per generare crescita, innovazione e collaborazione internazionale. Dal clima allo spazio, dallo sviluppo urbano alla promozione del dialogo interculturale, fino alle sfide dell’innovazione e della digitalizzazione nella salute, nell’agricoltura e nella blue economy, il Programma dei forum multilaterali riunirà attorno a questi temi cruciali policy-maker di alto livello, esperti internazionali, giovani studenti, rappresentati del mondo business per evidenziare il contributo dell’Italia allo sviluppo di nuovi modelli collaborativi sui grandi temi dell’Agenda 2030 dell’ONU.

30 Days to Go Expo 2020 Dubai

In occasione dei 30 giorni che precedono l’apertura di Expo 2020 Dubai, ieri la visita al sito del Vicepresidente e Primo Ministro degli Emirati Arabi Uniti e Sovrano di Dubai Sua Altezza lo sceicco Mohammed bin Rashid Al Maktoum. Sua Altezza lo sceicco Mohammed bin Rashid Al Maktoum ha ribadito la disponibilità degli Emirati Arabi Uniti ad accogliere il mondo all’Expo 2020 di Dubai e ad annunciare una nuova era di collaborazione internazionale. “Non vediamo l’ora di ricevere delegazioni da 191 paesi, nonché imprese, organizzazioni multilaterali e istituzioni educative, che si uniranno alla creazione di un domani migliore per l’umanità. In questa fase critica nella storia dell’umanità, Expo 2020 Dubai offrirà un’opportunità unica per il mondo di riunirsi, scambiare conoscenze e sviluppare soluzioni innovative per un futuro migliore”, ha affermato lo sceicco.

“Il mondo si incontrerà presto a Dubai – ha aggiunto –  per scoprire nuovi percorsi di progresso e prosperità e plasmare un futuro che consentirà alle comunità di prosperare e superare varie sfide”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here